Premesso che Captain America non è tra i miei personaggi preferiti, sono andato comunque a vedere questo film. Per due motivi:

1. perché penso a voi e vi lovvo;
2. perché i film Marvel mi piace vederli al cinema, a prescindere dal personaggio.

Come è stato questo secondo capitolo del Capitano a stelle e strisce? Sorprendentemente ottimo.
The Winter Soldier ricorda molto da vicino i fumetti di Cap più recenti, quelli scritti da Bendis e Brubaker per capirci, dove la dimensione umana è un po' più presente e soprattutto dove capita che il protagonista a volte prenda un sacco di bastonate prima di riuscire a riportare a casa la pelle.
Un premio anche a Chris Evans, che io apprezzo molto come attore, per aver reso finalmente Cap credibile. In questo film, più che nel primo e negli Avengers, Evans sembra aver capito come recitare questo ruolo.
Non dimentichiamoci poi gli altri personaggioni: Vedova Nera, Fury e Falcon.

1. Vedova Nera meno incollata sullo schermo, ma più presente all'azione e all'interazione.
2. Nick Fury, beh è Samuel L.Jackson e nulla si può dire.
3. Falcon è un'ottima aggiunta per certi versi (il rapporto con Cap), meno per altri (quando vola, più che un falco ricorda un piccione).

Il tono del film è completamente diverso a quello a cui siamo abituati: meno scanzonato, meno battute e più azione. Un film un po' più adulto che diventa un thriller politico, condito da supereroi.
Questo pur essendo un pregio è anche un po' il difetto del film, che ho trovato a tratti lento (per non dire pesante): forse mi aspettavo qualcosa di più simile a Thor 2, che mi aveva molto divertito.
Ciò detto è a mani basse un'ottima aggiunta all'universo Marvel, che porta un sacco di credibilità in più al progetto che culminerà con Avengers 2.


MEGASPOILER nelle menzioni speciali:

1. Si cita Stephen Strange, lo Stregone Supremo: lo vedremo presto sul grande schermo?
2. La citazione di Palp Fiction: risate vere.
3. La scena post titoli di coda, dove si vedono le premesse di Age of Ultron.
4. La lista di Cap localizzata: una delle cose più tristi che potessero fare. Anche Doc Manhattan ne parla.

Posta un commento

 
Top