Se vogliamo usare tre parole per descrivere questo film, userei sicuramente "azione senza senso".
Anzi voglio provare con due: "americanata inverosimile".
Mi voglio superare, con una: "cazzata".
Record personale, tutti a casa.
Olympus Has Fallen è un film di Antoine Fuqua, regista di Training Day e Brooklyn's Finest. Ah, anche di King Arthur.
Protagonista della vicenda è Mike Banning (Butler) che si trova a sventare da solo un attacco terroristico alla casa bianca da parte di una cellula terroristica nordcoreana.
Uno contro un centinaio nella migliore tradizione dei film a stelle e strisce.

Ora, il film è divertente per carità. Carico di scene di azione e sboronate, frasi ad effetto e battute veramente esaltanti, dette rigorosamente con lo sguardo di quello che sta per prenderti a cinquine.
Sono 118 minuti spesi spegnendo il cervello e ridendo come un pirla per il crescendo di improbabilità.
Per tutto il film, l'unica canzone che mi è girata in testa è stata questa:



Se vogliamo analizzarlo alla luce delle qualità dimostrate dal regista, però, diciamo che è un film decisamente pessimo: effetti speciali al limite dello scadente, una trama inverosimile con i personaggi con la profondità di una fossa biologica e pieni della stessa sostanza in essa rintracciabile.
Su tutto, però, è l'americanismo (termine che esiste, giuro) più profondo ad avermi dato particolarmente fastidio.
Olympus Has Fallen è il film con cui il redneck americano si commuove e si indigna, fino a che non arriva il momento in cui si alza e, mano sul cuore, intona l'inno americano per l'inevitabile lieto fine con il trionfo della democrazia.
Una cosa del tipo:

Un plauso all'autore dell'immagine chiunque egli sia.
Detto questo però è un film che vi consiglio se siete a casa e volete passare del tempo in totale relax con qualcosa di veramente ignorante e che non richiede alcun tipo di collegamento neurale.
In caso cerchiate cose impegnate, invece, questo non fa proprio per voi.

Menzione speciale: Dylan McDermott interpreta il personaggio più idiota di tutti. [Occhio allo spoiler]
Tradisce senza motivo il paese, accampa scuse quando il presidente lo accusa e con altrettanta nonchalance torna a essere un americano a tutti gli effetti, aiutando il protagonista e morendo come un vero uomo. Mapperpiacere.


Posta un commento

 
Top