Eccoci con l'ennesimo film horror che ha terrorizzato gli americani. Il film che guarda non te lo spiego che paura che fa, basato ovviamente su fatti realmente accaduti.
Uno di quei film con il trailer girato direttamente da Maccio Capatonda, prodotto dal fratello del cugino di quello che si vede in una scena di un altro film famoso, ma di cui non ricordo il titolo: The Quiet Ones, conosciuto in Italia come Le origini del Male.

Nel 1974, il professor Coupland sta conducendo a Oxford con alcuni studenti un esperimento per curare la schizofrenia di una paziente, dimostrando nello stesso tempo che il paranormale non esiste.
Cacciato dall'Università per i suoi metodi poco ortodossi, si rintana nelle campagne inglesi con i suoi studenti: qui le cose si complicano progressivamente, fino all'epilogo inevitabile.

Ora, il film sa di già visto dall'inizio alla fine, niente di nuovo in nessun aspetto della realizzazione. Poteva esserci un risvolto interessante, che avrebbe trasformato completamente il film, se avessero lasciato da parte completamente il sovrannaturale e avessero basato tutto sulle relazioni umane e la schizofrenia della paziente.
Fatto così, poteva essere davvero un film horror con gli attributi, o meglio un thriller psicologico.
Invece, il signor John Pogue, già regista del capolavoro Quarantena 2, prende le solite strade note e finisce per raccontare la solita storia di fantasmi, culti satanisti, found footage sparso e luoghi comuni.

Se vogliamo parlare del film, possiamo benissimo finire qui: non ne vale la pena, non andate a vederlo. E se proprio siete amanti dell'horror, aspettate l'home video o Sky, o addirittura la televisione in chiaro tra una decina d'anni.

Menzione speciale alla scena finale del film, che mi ha ricordato tantissimo la serie inglese Little Britain e in particolare Ann (eh eh eeeeh):



C'è però la parte che riguarda la storia vera che è abbastanza interessante, anche se alla fin fine con il film non c'entra nulla.
In sostanza, nel 1972 un gruppo di ricercatori canadesi ha condotto un esperimento per manifestare una entità paranormale inventata, con lo scopo di dimostrare che il sovrannaturale è qualcosa esistente nella mente delle persone.
In altre parole: se credi che ci sia un fantasma con un determinato aspetto che ti perseguita, questo dovrebbe essere sufficiente a farlo esistere davvero.
L'esperimento non è propriamente riuscito, dato che il fantasma non si è materializzato, ma secondo i partecipanti sono stati raccolti molti dati interessanti.
Se volete approfondire, potete farlo qui.

Posta un commento

 
Top