Qualche tempo fa, feci la recensione del primo episodio di questa serie horror.
Ieri finalmente ho recuperato tutti gli episodi (8 in tutto) e finalmente se ne può parlare con cognizione di causa.

Penny Dreadful ha due cose veramente ottime: il cast e la parte tecnica.
Ognuno dei personaggi ha la sua storia e i suoi scheletri nell'armadio e ognuno è protagonista a modo suo, senza prevalicare gli altri: c'è molto impegno da parte di tutti e si vede.
In particolare Eva Green, che interpretata una donna tormentata da uno spirito demoniaco, è quella che ci crede di più.
Per quanto riguarda regia e comparto tecnico, compresi gli effetti speciali, è tutto molto curato e abbastanza credibile.
Come sapete non sono un esperto o un addetto ai lavori, ma devo ammettere che mi ha davvero convinto.

Detto questo, però, Penny Dreadful ha anche un paio di problemi. Abbastanza titanici anche.
Il primo è la storia.
Non è originalissima, ma non è nemmeno brutta: il problema è che mettono davvero troppa carne al fuoco.
Le vicende dei singoli sono quasi totalmente slegate tra loro, almeno per questa prima stagione.
Ci può stare che non si fidino abbastanza da condividere i propri segreti con tutto il gruppo, tuttavia crea solo confusione sulla trama principale (il ritrovamento di Mina Murray) che passa totalmente in secondo piano e diventa più un pretesto che altro.
Infatti, all'ottavo e ultimo episodio, dove si dovrebbero tirare tutti i fili, ci troviamo di fronte a uno dei finali di stagione più sotto tono che io abbia mai visto, tanto da non mettere minimamente curiosità per il seguito.
Si aggiunga a ciò il secondo problema: Penny Dreadful è mortalmente lenta.
Arrivato al quinto episodio, un unico e lunghissimo flashback, ho avuto davvero difficoltà a continuare con il sesto.
A pensarci non so nemmeno perché ho continuato. Forse perché la rivisitazione di storie classiche regge, contrariamente a quanto sembrava all'inizio: siamo ancora lontani però da un lavoro di sceneggiatura ottimo.

In conclusione, anche rileggendo la mia recensione al primo episodio, devo ammettere che andando avanti Penny Dreadful è migliorata, nonostante ci siano ancora dei problemi non da poco.
Consigliata a chi ama l'horror classico, richiede una certa dose di pazienza per essere vista.
Speriamo che la seconda stagione si dedichi maggiormente alla trama orizzontale.

Postilla: odio Dorian Gray e la sua totale inutilità.

Posta un commento

 
Top