Esistono nella vita alcuni libri imprescindibili. Cose che uno deve leggere per forza.
Almeno uno dei libri di Benedetta Parodi per esempio.
I libri della Troisi.
O la biografia non ufficiale di Mika con poster incluso.
Esiste, giuro: è la prima tra le biografie di spessore che ho trovato cercando su Amazon.
Ma al di là di questi capolavori dell'umanità, un nerd che si rispetti ha una sua personale lista e dato che in queste settimane girava sui social la "lista dei dieci libri", facciamone una anche qui.

Questo specifico elenco è stato tramandato da centinaia (leggasi decine) di anni nei circoli stretti di giocatori di Dungeons&Dragons e comprende alcuni romanzi e autori che spaziano in alcuni generi ben definiti (fantascienza, fantasy, horror).
La lista sarebbe praticamente eterna, quindi di seguito trovate un bigino con i dieci che considero più rappresentativi (ovvero quelli che preferisco): probabilmente li avete letti, probabilmente no.
Potete sempre commentare sotto che spazio ne avete.

Ah, qualora ve lo chiediate, la biblioteca nella foto sopra si trova a Praga (grazie al proprietario della suddetta foto, chiunque egli sia).


1. Guida galattica per autostoppisti - Douglas Adams


Forse il mio libro preferito. Uno dei pochi che abbia letto e riletto.
E riletto. E poi letto ancora.
Anche l'immagine di copertina non è scelta a caso: mi sembrava la versione più degna per rappresentare un classico, fosse solo che in Italia, Urania è la collana editoriale che ha permesso la diffusione del genere dal 1952.
Ma parlando del libro, la Guida è un romanzo di fantascienza un po' atipico: segue le vicende di Arthur Dent, un terrestre normalissimo che si trova catapultato nello spazio. Il tutto contro la sua volontà e con l'unico ausilio di un asciugamano.
Se non siete particolarmente inclini alla lettura, ne è stato tratto anche un film abbastanza fedele alla saga originale:



2. Il Signore degli Anelli - J.R.R. Tolkien


Prima che esistessero i film e che venisse ristampato in mille versioni, l'edizione che vedevo più diffusa di questo capolavoro fantasy è targata Rusconi.
Il Signore degli Anelli è il romanzo nerd per eccellenza, forse il capostipite del genere fantasy per come lo conosciamo oggi.
Frodo e l'Unico Anello hanno accompagnato per anni migliaia di lettori che hanno poi visto i loro beniamini sul grande schermo grazie all'ottima (seppur con qualche libertà) trasposizione di Peter Jackson.
Anche la parodia aveva il suo perché comunque:



3. Trilogia della Fondazione - Isaac Asimov


E veniamo a un altro "padre fondatore" con Isaac Asimov che ha ispirato gli scrittori (e gli scienziati) di oggi.
Non ci sono razze strane alla Star Trek o poteri incredibili come la Forza di Star Wars: nei racconti di Asimov c'è sempre attenzione verso ciò che è verosimile anche se ambientato a centinaia, a volte migliaia, di anni di distanza, o almeno è come ho percepito io il futuro narrato in questo libro.
E vogliamo parlare dei robot?
Provate a riguardarvi Io, Robot con Will Smith o L'Uomo Bicentenario con Robin Williams: è il modo più veloce per conoscere le sue celeberrime leggi della robotica.

4. Harry Potter - J.K. Rowling


Ero estremamente titubante (e riluttante) a inserire questa serie così popolare in questa lista.
Poi ho pensato che in effetti la signora Rowling ha creato un universo solido, curato e con una storia altrettanto studiata da meritare a pieno diritto di essere inserita tra questi dieci romanzi.
Diciamolo: a livello di opera letteraria ha sicuramente dato il via a una sequela di tentativi di copia non indifferente, donando anche al genere nuova linfa e vita.
E soprattutto ha avvicinato le nuove generazioni alla lettura: cosa non semplicissima.
Interessante anche l'idea di concentrarsi su un pubblico e far crescere i personaggi insieme a loro.
Tra tutti, il mio libro preferito rimane il quarto, Harry Potter e il Calice di Fuoco.

5. Racconti - H.P. Lovecraft


Diciamolo pure: tra gli autori di questa lista, Lovecraft non è il massimo.
Anzi, fa anche un pochino pena.
Il motivo è la pretesa di descrivere scientificamente gli orrori che immagina, pur non avendo le basi per farlo.
Quello che considero il suo principale difetto è stato paradossalmente anche ciò che ha contribuito a renderlo immortale: i suoi tentativi e racconti hanno permesso ad autori successivi, come King, di creare uno stile che calasse nella vita di tutti i giorni l'orrore e la follia.
Principale detrattore di se stesso, credo che al buon Lovecraft farebbe paicere sapere come ha influenzato la letteratura horror.
In ogni caso, Cthulhu fhtagn.

6. Conan il barbaro - Robert E. Howard


Conan il barbaro tra i personaggi che preferisco: poco incline al dialogo, pesta i cattivi come un fabbro.
Il mondo in cui Conan vive è popolato da nemici umani (generalmente maghi) o bestie: niente nani, elfi o altre amenità varie.
Il suo creatore, Robert Howard, è uno sfortunato scrittore amico e contemporaneo del Lovecraft di cui sopra.
Come H.P.L. anche lui scriveva per la rivista pulp più famosa degli anni '30, Weird Tales Magazine.
Al grande pubblico, Conan è noto principalmente per il volto e il bicipite di Arnold Schwarzenegger e per i due film diventati cult.
Nell'ambiente nerd, Conan è famoso anche per i fumetti pubblicati dalla Marvel e disegnati dal leggendario John Buscema.
Il racconto che vi suggerisco è La torre dell'elefante (no, non è ambientato a Cagliari).

7. La svastica sul Sole - Philip K. Dick


Scelto come romanzo tra i più rappresentativi di Dick, non è propriamente il mio preferito (io adoravo Nick e il Glimmung da pargolo).
La svastica sul Sole racconta di una ucronia, dominata da una distopia. Parole in libertà.
Sostanzialmente il romanzo racconta di come sarebbe il mondo se a vincere la Seconda Guerra Mondiale fossero stati i nazisti.
Niente di particolarmente divertente, insomma.
Interessante notare come dai racconti di Dick siano stati tratti una tonnellata di film piuttosto celebri. Tipo? Non so, Blade Runner, Atto di Forza o ancora Minority Report.
Film poco iconici insomma.

8. Io sono Leggenda - Richard Matheson


Dimenticatevi del film con Will Smith.
No, davvero.
Dimenticatevelo, perché è un adattamento davvero pietoso che stravolge completamente la genialità del racconto originale.
Che siate appassionati o meno dei generi finora descritti, Io sono Leggenda andrebbe letto a prescindere: il finale è un colpo di scena di proporzioni epiche.
Una delle conclusioni da volare direttamente nella storia della letteratura.
E a parte questo libro, Matheson è stato un autore estremamente prolifico (vi consiglio 3 millimetri al giorno e Casa d'Inferno, tra tutti e a caso) che ha lavorato anche per la TV.
Se non conoscete la serie Ai confini della realtà, correte a recuperarla.
Ora.

9. Saga del Mondo Disco - Terry Pratchett



Quelli di Terry Pratchett sono racconti un po' assurdi (e spesso confusi), ma estremamente divertenti.
La saga del Mondo Disco racconta le vicende di diversi personaggi (inclusa Morte) che vivono e prosperano su di un disco, appoggiato sul dorso di quattro elefanti, che viaggiano nello spazio sopra il guscio di una gigantesca tartaruga marina.
Potete capire il tenore dei racconti.
Al momento ho letto tre romanzi e devo ammettere che, dopo la Guida Galattica, sono tra i libri più divertenti che abbia mai letto.

10. I Canti di Hyperion - Dan Simmons


Ispirato ai Racconti di Canterbury di Chaucer e al Decamerone di Boccaccio, il ciclo si discosta però completamente dai toni di questi due capolavori letterari.
Sinceramente, uno dei romanzi di fantascienza più coinvolgenti che abbia mai letto.
I racconti dei personaggi, la trama "orizzontale" che si snoda tra le pagine mentre ognuno narra la sua vita e l'epicità degli avvenimenti mi hanno coinvolto non poco.
Lo Shrike credo sia tra i cattivi più terribili di cui io abbia mai letto.

Chi di voi è pratico di questo genere di letteratura avrà notato dei grandi assenti, ad esempio Neuromante, Cronache Marziane, il ciclo di Shannara o l'ormai onnipresente Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, più noto forse come Game of Thrones.
Liberissimi di sfogarvi nei commenti, inserendo la vostra lista, se vi garba.

Posta un commento

 
Top