Adoro Seth MacFarlane. Credo di aver visto almeno un milione di volte tutte le puntate dei Griffin, o se preferite Family Guy, e ho davvero adorato Ted.
Un film con lui protagonista in carne e ossa fa però uno strano effetto, anche se sembra di assistere a una puntata live action della sua serie animata più famosa.

La storia racconta di un povero pastore, Albert Stark (MacFarlane), che viene lasciato dalla ragazza (Amanda Seyfried).
Ci sposiamo a maggio, ma ancora non lo sa.
Distrutto, decide di partire per San Francisco, abbandonando definitivamente la frontiera.
Le cose cambiano quando in città arriva Anna (Charlize Theron, che ricordiamolo ha quasi quarant'anni, ma ha fatto un patto con Satana), moglie del più pericoloso pistolero della zona, Clinch Leatherwood (Liam Neeson).

Ci sono posti dove la poligamia è consentita! Non giudicateci.
La trama non è quindi il punto di forza del film.
Un milione di modi per morire nel West punta tutto sulla comicità irriverente, le battute e le scenette stupide che caratterizzano l'universo MacFarlane: di queste ce n'è davvero in quantità.
Davvero adorabile la coppia Ribisi - Silverman, a cui vengono affidati alcuni dei momenti più comici.
L'unico un po' fuori luogo sembra Neeson, ma non mi aspettavo niente di meno da lui.

Troppo badassico per certi film. (Crediti all'autore dell'immagine)
Per passare una serata con quattro risate è sicuramente il film perfetto.

Menzione speciale: le mille comparsate di attori famosi, una delle quali è davvero da applausi. Anzi, a pensarci bene due sono da applausi veri.

Ultima postilla.
Guardatevelo in inglese.
No, davvero: non scherzo. Il doppiaggio italiano è quanto di più orribile possa essere stato fatto.
Dev'essere andata più o meno in questo modo:
"Ehi, abbiamo un nuovo film da doppiare: Un milione di modi per morire nel West."
"Ok, chi è il protagonista?"
"Seth MacFarlane."
"Chi??"
"Ma sì, dai! Seth Mac Farlane, quello di Ted e dei Griffin."
"Ah!! Io adoro i Griffin! Diamogli la voce di Peter che è uguale!"
"No, scusa, ma non c'entra con il film. Voglio dire... lui lo doppia in originale, ma è in falsetto. Non è la sua vera voce."
"Sshhh... tranquillo, nessuno se ne accorgerà."
Peccato che poi il risultato sia qualcosa di inascoltabile, perché se guarderete le due versioni, vi renderete conto che quella italiana non ha niente a che fare con il personaggio, o meglio, con la fisicità dell'attore.
Ah, fatevi un altro favore: evitate di guardarvi i trailer. Molte delle scene più divertenti del film vengono bellamente mostrate senza ritegno.
Complimenti a chi fa marketing e promozione.
Siete sempre un passo avanti.

Posta un commento

  1. Confermo in pieno: il doppiaggio italiano è inascoltabile.
    La voce data a MacFarlane non ha niente a che fare con lui o con il suo personaggio in questo film!!!

    RispondiElimina

 
Top