Ammetto di non essere tra i fan della prima ora di Deadpool. Forse la seconda o la terza. Sicuramente prima dell'intervallo, signora maestra che poi c'è educazione fisica.
Deadpool è estremamente atipico come personaggio dei fumetti americani, principalmente perché sa di essere un fumetto, ma anche per la sua verve comica e per il suo essere un antieroe.
Le sue storie sono ricche di citazioni e rimandi a vecchi film, cultura nerd e violenza a secchiate.
Personaggio decisamente difficile da portare sul grande schermo, rispettando tutti i punti fermi che lo caratterizzano e lo rendono tra i più amati nel mondo del fumetto supereroistico.

Diavolo, la Fox ci aveva già provato e lo aveva affiancato a Wolverine (interpretato da Hugh Jackman) nel primo film dedicato al mutante con gli unghioni. Ed era pure lo stesso attore, Ryan Reynolds.

"Per me è la prima volta. Sii gentile, ok?"
Purtroppo era venuto fuori un'aborto, l'equivalente di cospargersi di feromoni e gettarsi in mezzo a un branco di gnu durante la stagione dell'accoppiamento.
Il povero Ryan Reynolds si è macchiato di quest'onta e non contento ha rimediato altri due schiaffi nel mondo dei cinecomic, uno con Blade Trinity (dove praticamente faceva anche lì il mercenario super simpatico in un film girato con materiale organico anfibio comunemente detto merda) e l'altro con Green Lantern (che a me non è dispiaciuto, mentre al mondo ha fatto cagare).

Ora con questo non voglio dire che Reynolds sia un bravo attore, ma sfortunato con gli script. Non ha mezza espressione e anzi fino a questo momento l'unico merito che gli attribuivo nella sua carriera erano la sua ex moglie e la sua attuale consorte: regia, diapositive grazie.

Ecco, riflettete: Ryan Reynolds ha divorziato da lei...

.. per stare con que... No, vabbeh sei caduto in piedi Rà. A posto così.
A parte questo po po di parterre, la carriera vede ruoli un po' così, in film non proprio brillantissimi che oscillano tra la commedia e l'azione.
A quanto pare però gli rosicava parecchio la cosa di Deadpool, tanto che ha deciso di investirci lui insieme a un regista esordiente Tim Miller (che come esordiente avrà almeno 50 anni, ma non è mai troppo tardi): i due giulivi e gai si sono presentati dalla Fox chiedendo qualche soldo e la Fox, notoriamente popolata da un branco di scimmie lancia cacca, ha dato 50 milioni di dollari.
Per farvi rendere conto, Fantastic Four, o come mi piace chiamarlo Fantastic Fogna (non è vero, me lo sono inventato ora) aveva a disposizione 122 milioni di dollari. Più del doppio Fox? Per quella pila di caldo e fumante sterco?
Ryan e Ted.. Tim.. quello dietro la macchina... ci credevano tipo parecchio per cui si sono fatti bastare il tutto.
Ha funzionato? Beh decisamente sì.

Reynolds sta a Deadpool come Robert Downey Jr sta ad Iron Man e regge tutto il film con un'ottima comicità, dando più espressività al personaggio quando ha la maschera rispetto a quando ha il volto scoperto.
Anche i comprimari sono assolutamente perfetti, in particolare Morena Baccarin che contribuisce all'unica (così a memoria) storia d'amore ben integrata in un cinecomic. E sì, credo che anche Peter Parker - Mary Jane nei primi Spider-man di Raimi facesse pena.
Colosso è meraviglioso, non soltanto per la resa a schermo, ma anche e soprattutto perché è il contraltare perfetto di Deadpool.

Certo, non abbiamo di fronte il capolavoro perfetto, anzi.
L'azione per ovvi motivi di budget è ridotta e a volte si ricorre troppo alle battute per sopperire un po' alla banalità della trama di quello che è il solito film di origini: ci si prende in giro, ma si cade nei soliti topoi di genere.
Però, diciamolo, andate a fare i critici di sta ceppa da un'altra parte: state vedendo Deadpool, non Von Trier. Potreste non apprezzarlo perché è sboccato, probabilmente potreste non capire le battute per la tonnellata di citazioni che fa (che ci si potrebbe fare un post apposta, per dire), potreste non sopportare la violenza, potreste.. oh, ma perché siete andati a vederlo?

In conclusione, un film ottimo per farsi delle sane risate e sicuramente uno dei migliori prodotti da Fox sul mondo dei mutanti Marvel, per rispetto del materiale d'origine almeno:


Menzioni speciali: il cameo di Stan Lee lo ha reso un uomo felice e soprattutto rimanete fino alla fine dei titoli di coda. Tutti i titoli di coda.



Posta un commento

 
Top